Preparazione: lettura del Cantico biblico (I)

So che al centro dell’attenzione del Cantico dei cantici, c’è la piece più invitante alla libidine della Bibbia di Ravasi intitolata appunto: la Donna e il suo uomo e il suo Dio.

Forse che c’è incompatibilità fra uomo e Dio? E, poi, proprio quando l’uomo e ka donna stanno per accostarsi a Lui e scoprire l’arcano? Sarà pia illusione e grazie al sesso davvero pia.

Con quale amore e desio lessi a Lei da pagina 385 quelle parole incantate”Mi baci con i baci della tua bocca! (..) e “attirami dietro a te “(..) alla “tua fragranza”. “Inebrianti sono i tuoi profumi”(!).

Che dire di fronte a tanta povertà e nello stesso tempo ricchezza d’amore. Solo che (p.386) “Ogni donna porta con sé” (..) “il suo profumo “ e non c’ è bisogno di Bulgari .E poi con Ravasi si scopre di più, che cioè quel “profumo” è il suo proprio, quello di ogni donna , che così ha la sua identità personale che è (..)  “il suo profumo”. Solo definendo (p.387) “il Cantico dei cantici  (..) il canto della realtà concreta , fisica” si capisce l’unione con Dio attraverso di Lei. Per questo dobbiamo invitarle tutte perché facciano presto, l’anno della loro rivoluzione ( 2019) sta per arrivare. Ed io inscriverò questa pièce-invito nel mio “De revolutionibus mulierum”.

 [Fonte input: Gianfranco Ravasi, La Bibbia (Antico Testamento),, vol  VI, 2006, RCS Ediz. spec.Corr. della Sera, p.373 ss.]..

Approfondisci

il Ninfale e il….

“NINFALE”

E un poemetto attribuito al Boccacio e tratta delle-…. Ninfe , ovviamente. Incerta l’epoca della redazione.Ma a noi poco interessa la diatriba, mentre il pensiero va a queste spregiudicate donne della mitologia che raccontano le loro scopate .Sono sette a “raccontare” e ce n’è per tutti i gusti.

Opera della giovinezza del Boccacio , degnamente precorre le storie d’amore del Decameron. Eè come se nel Decamerino si anticipassero le storie pregresse:.. w ci sarebbe da raccontare.

Interessante nel bel volume sulla “Letteratura italiana” a cura del Corriere della Sera, 2005, vol. 3, dove a p. 44 il suo curatore Carlo Muscetta ci fa conoxscre un nuovo (almeno per me) artista (Jossip Franjo Muche) regalandoci ( purtroppo solo in Foto) una “Ninfa al bagno” molto intressante nella sua nudità.

 

Approfondisci