PACE

Il Papa o non sa o sa fin troppo bene quello che fa.

Telefona ai genitori del prigioniero americano decapitato e a tutte le famiglie in lutto per i “genocidi”a Gaza e in altre parti del mondo.

Io faccio le condogianze a tutti i morti nelle guerre fratricide e anche al Papa Bergogio per il recente lutto che ha colpito la sua famiglia d’origine.

Ma dico, viva la Pace: uno che ama le donne non puòle volere nessun tipo di guerra: E sostenere un’economia di guerra (perchè di questo si tratta) con l’arroganza che vuole imporre le democrazie a suon di petrodollari mi fa francamente schifo.

Approfondisci

L’AMORE FISICO

AMORE FISICO: il vero. Soltanto questa specie d’amore non inganna.O c’è o non c’è: tertium non datur. Sorprende il titolo “Amore e altri inganni ” dato al loro libro da Josè A.Diez e Andrea Iacona (Indiana Ed., Milano, 2014) quando poi l’amore come “stato disposozionale” è filosoficamnte lumeggiato dagli AA. (p.23 ss.) in questi termini: ” Il termine disposizione è usato in filosofia per disegnare una proprietà di un oggetto che dipende da quello che succederebbe in circostanze possibili che includono l’oggetto” (p.24).Ad es., per noi, il corpo dei partner, uomo e donna a letto o su un prato o sul sofà o in cucina, in auto ecc. in ogni circostanza in cui la disponibilità può farsi concreta:a contrassegnare la sua proprietà che è la realtà (l'”essere” di quell’amore).E la disponibilità totale rende estraneo a questa “specie d’amore” ogni infingimento.Così tanto per fare un esempio simulare l’orgasmo durante il coito da parte della donna non avrebbe senso in tema d’ “amore fisico” salvo che non sia voluta tale “simulazione” da entrambi, per così dire concordata. Qui l’inganno non ha motivo di insinuarsi fra le pieghe dei sentimentalisni dell’amore: il piacere fisico ha la “sua” sentimentalità nel corpo.Essendo la corporieità la proprietà fondamentale dell’essere l’amore realtà che si vive attraverso i sensi

E così si è lontani dal “mondo delle illusioni” e dei drammi conseguenti: non è necessario ad es. che l’uno o l’altro dei partner si finga innamorato perchè.la disponibilità reciproca può essere creata dalla semplice attrazione.Tra la figura del “don Giovanni” ( ben delineato nelle pagine di “Amore e altri inganni” , cit. p.128 ss.) e il nostro meno famoso… uomo dell'”anore – fisico ” c’è infatti una differenza fondamentale: il primo ha bisogno per “mietere” di ingannare , l’altro quando trova il partner ad hoc, soltanto di una messe matura che non asptta altro che d’essere colta; “dimmi che vuoi, vuoi sesso?”: così iniziò il rapporto corporeo tra noi e siamo tuttora amici, dimentichi d’essere stati amanti. Nessun senso di colpa o rimorsi dopo la fine di questo tipo di tapporto: Non c’è bisogno di nessuna redenzione alla “Don Juan Tenorio” dello scrittore spagnolo Josè Zorrilla – 1917.1893- (peronaggio copia di quello mozarthiano del librettista Lorenzo Da Ponte) e ciò soltanto perchè non c’è bisogno di liberare la propria coscienza dai fantasmi dell’inganno o dalle colpe per i tradimenti o altro. La “limpidezza” del rapporto sessuale puramente fisico nel corso del quale non si è perduto nulla in termini di sessualità amorosa e non è costato nulla in termini morali lascia i parter soddisfatti di ciò che hanno fatto e vissuto anche se per breve tempo il rapporto di coppia..E se esposti poi, per vicende esterne e non da loro volute al ludibrio dei mass media, interrogati direbbero: se ornassi indietro farei la stessa cosa.

Approfondisci