AMBIENTE-CREAZIONE

DSC06562AMBIENTE ( (Dio li creò,  ad immagine di Dio li  creò., “maschio e femmina li creò”: Genesi,1,27 ss.): e come non poteva compiacersi di aver fatto ”cosa molto buona “? E fece tutto il creato e le  stelle!  Immaginate un po’…le cose belle e impensabili a mente umana che ci circondano. E la donna! (v.la rievocata  la ineffabile creazione, come meglio poteva, da Gianfranco  Ravasi, la Bibbia di Gerusalemme, ed. Corriere della sera, vol. 1, 2006, p.51 ss.)

Potete mai pensare che la creatura da Lui prediletta (sic!)  potesse immaginarla nel mondo di oggi, miserie  e soprusi , vigliaccate dei “grandi della terra” e soprattutto nell’ambiente che degenera inarrestabilmente  per l’egoismo dell’uomo che non ha voluto fino all’ultimo, ieri ed oggi,  capire ed agire di conseguenza:  la  voce di Paolo VI (“dominare il dominio dell’uomo”) e  quella di G.P.II che indicava la strada della “politica del comune destino” ripresa con  rinnovata energia da Franceso  in  “Laudato sì”.

VISIONE DELLA CREAZIONE che è  anche la nostra visione “politica” del mondo  di fronte al “nihilismo  della società occidntale” (in questo concordando con Antonio Di Diego (“Politica e filosofia-Leggendo l’enciclica di Francesco”, Edizione Promoidea  Pollino. Castrovillari , 2015. p.98).E’ inutile aggiungere che in questo intervento del prof. Di Diego c’è l’altra chiave di lettura  dell’enciclica papale, appunto l’ “Ambiente” e noi “Filosofi della sessualita”  vorremmo immaginare  e pensare ad un’ ”Eva” nel suo NATURALE AMBIE NTE del’Eden  che era il “suo” e il nostro per nostra fortuna .E  che abbiamo perduto.

Approfondisci