in uscita il libro di Capizzano ossia del Vs Blogghista

SOLO COPERTINA del MESSAGGIOcop.diz.MESSAGGGIO -PUBBLICITA’

0001-W- LA VITA INVENTATA  senza Emanuele Crisolera  (1350ca.-1415) e senza l’alliev0 Leonardo Bruni, ma  con tutta la mano destra sul “baremme”. Parola settecentesca piegata a ns neologismo per indicare…(v. ns Diz., Voce n.182).

E il solito Imbecille (v. ns Diz. le Avvertenze speciali): ma che parlare sibillino…non capisco. Risposta: impara il greco.

E sperimentalo anche Tu con “tutta” la “mano” destra.

E saprai che c’entrano i PACCHERI  e pure il sapere un pò di greco, quanto basta e non ai livelli dei tardo-medievalisti di cui ho fatto i nomi.

Se non ci riuscite non fate che acquistare una copia di “Baci eccellenti e super eccellenti  in un livre monstre sotto forma di un Dizionario sui generis di Filosofia della sessualità” Saprete tutto  leggendo la voce” Paccheri non solo a mezzogiorno” e  visionandola iconograficamente alla Tav.48.

P:S.:importante per me.

ACQUISTATE IL VOL: “Baci eccellenti ecc.” che è il Diz. sopra citato di oltre mille pagine telefonandomi al n. 339.73 55 644 ;oppure  prendete contatto  personalmente con me con una email  indirizzata a  profcapizzano@libero.it 

 

                                                       MESSAGGGIO-pubbicità con Foto Diz.

Approfondisci

Sulle orme di Ulisse con gli amici del VILLAGGIO ” Le palme “di Ascea

IL viaggio di Ulisse dalla Grecia ”verso le coste africane della Sicilia e dell’Italia meridionale”

[Immagini  visive e fantastiche  dal ventre dei “Due mari” , Jonio e Tirreno, a Tiriolo]+++Seguono alcune immagini  tratte da Armin Wolf, Ulisse in Italia, ed. Local Genius , 2017. Tav. 51.54: ma soprattutto per  l’eccellente impegno storio graficio nello sviscerare la quaestione  delle  localizzazioni  geografiche dei luoghi toccati da Ulisse  il Cap.VI (pp.213 ss.).

Ma c’ è di più, molto di più in questo libro del Wolf e quello che aggiungeremo noi ne è un semplice ornamento per invitare in nostri amici ( pasquale , antonio,  e maria e  candida , francesca e tutti gli altri :nomi che meritano  la maiuscola) del  soggiorno al  villaggio Le Palme  di Ascea (Salerno) , tutti napoletani con addosso l’intelligente  reale fantasia della vita, a visitare  i luoghi dell’errabondo viaggio di Ulisse.

E come? col bagaglio storico e filosofico-letterario dell’Odissea, salendo in mia compagnia a Tiriolo  per rendere omaggio al monumento ad Ulisse di Maurizio Carnevali, ivi in piazza eretto nel 1990, ma anche non a caso lì sempre, nei millenni presente; e ciò perché non si può peregrinare con Ulisse attorno a Crotone e  a Capo Colonna in cerca di Calipso  e tra Scilla e Cariddi di là dall’opposto Tirreno senza che ci sia nella nostra rappresentazione visiva Tiriolo: è da lì, da quel promontorio che lo sguardo lascia l’istmo  di Squillace e la costa jonica di Catanzaro per volversi verso il Tirreno. Entrambi i due mari  come s’intitola il “ristorane  hotel dei due mari” a Tiriolo.Lì c’è il nostro ventre , cara Francesca, per farci una vera abbuffata di funghi, dall’inslata di ovuli ai porcini dalle solide cappelle e cucinati  in ogni maniera. E ci guiderà Antonella (tel.0961/991064).

E, prima di lasciarvi, il post scriptum: il monumento ad Ulisse ci ricorda Nausicaa e strana , ma vera accoppiata, il  DE BACCANALIBUS  calabrese nella tavoletta di bronzo, rinvenuta a Tiriolo  e risalente  al 186 a. C. (per maggiori informazioni si rinvia  alla Voce n.40 del nostro Dizionario di Filosofia della sessualità più precisamente intitolato” Baci eccellenti e supereccellenti  in un livre monstre redatto sotto forma di un Dizionario di Filosofia della sessualità”, Auctor atque editor EL-CAP che sarà a vostra disposizione  durante il nostro incontro prossimo a Tiriolo.

 

Approfondisci

repetita iuvant

uno a Vittorio Feltri, l’altro a Ferruccio De Bortoli e il terzo a Giuliano Foschini, tutti gioprnalisti.

Al primo non tanto per le parolacce con cui infarcisce i suoi scritti. quanto per l’età (ma ha appena settanta e più) e non è affetto do demenza senile, quindi per la cialtroneria.Si definisce una canaglia quando afferma che il biscione gli fa schifo. Più che canaglia è porco: l’amato maiale è colui che mangia nel trogolo e poi, non ancora satollo, lo rovescia. (da una sua intervista  ad Antonello Caporale, su “Il Fatto quotidiano”).

Il borioso e onnipotente (su che cosa?, se la sua è solo boria) De Bortoli invita Conte a dimettersi. Chiede l’impossibile).E solo per questo sarebbe cialtrone; mentre è cosa evidente- per chi ha voglia di leggere  il “Corriere della sera di oggi- perché dice al pubblico dei lettori (pensando che siano anche loro tutti cialtroni) cose trite e ritrite ( il Presidente del Consiglio sarebbe  la marionetta dei due Vice) e in più approfitta del suo exgiornale che ospita le sue boutades  per tirare in ballo Padre Pio di cui sarebbe devoto il premier. Anch’io sono un suo devoto e tengo in studio il suo ritratto. Il mio amore per Lui, s’intende Padre Pio, è grande.

Approfondisci

rassegna stampa con tre colpi di frusta

A tre giornalisti

uno a Vittorio Feltri, l’altro a Ferruccio De Bortoli e il  terzo a giuliano Foscini, tutti giornalisti.

Al primo non tanto  per le parolacce con cui infarcisce  i suoi scritti, quanto per l’età (ma ne  ha appena settanta e più) e non è affetto da demenza senile, quindi per la cialtroneria.Si definisce  una canaglia  quando afferma che è il biscione gli fa schifo  .Più che canaglia è porco: l’amato maiale è colui che mangia nel trogolo e poi, non ancora satollo, lo rovescia (lo spunto è offerto da una sua inetrvista Antoni Caporale su “il fatto quotidiano”).

Il borioso e onnipotente ( su che coa?, se la sua è solo boria)De Bortoli invita Conte a dimettersi. Chiede l’impossibile ).E solo per questo sarebbe cialtrone, mentre è cosa evidente per chi ha voglia di leggere il Corriere della sera di oggi, perché dice al pubblico dei lettori (pensando che  siano anche loro tutti cialtroni) cose trite e ritrite da giorni (il Presidente del Consiglio  sarebbe la marionetta de due Vice) e in più, approfittando del suo ex giornale che ospita le sue boutades, per tirare in ballo Padre Pio di cui sarebbe  devoto il premier.Anch’io sono un suo devoto e tengo in in studio il suo ritratto regalatomi dal mio amico Arnamdino Nesi nel 2oo1.Il mio amore per Lui , s’intende Padre Pio, è grande.

Il terzo giornalista ,che è di Repubblica, prosegue nel violento attacco al Premier e sembra che la violenza  riguarda un galantuomo studioso che è Guido Alpa. Lo sa, Foschini,che esiste una Commissione  che  giudica i candidati a professire ordinario e non un “docente” cha fa l’esame all’aspirante prof.? E insinuare che Alpa è un “corrotto” è cosa blasfema. E per galantuomo  io intendo chi lo è stato nella vita di ricercatore. Il che fa la la struttura dello studioso  incorriuutibile  anche di fronte ad una donna nuda: che si offre ( e se mai in questo caso è un “approfittatore” se non è ricchione).

Approfondisci