INCIPIT di un discorso filosofico sulle “sardine”

Anch’io virtualmente in piazza con loro [F da Repubblica del 21.01. 2020] non potendovi esservi “in corpore” come avrei voluto

 

rINCIPIT di un Discorso filosofico sulle “sardine”.
Per chi, come il sottoscritto, in anni passati ha fatto politica con la cultura, trovarsi una piazza di giovani è come vivere un nuova stagione.
La cultura si fa anche coi comportamenti e le parole e in sostanza con uno stile di vita non contaminato dai “grandi”. Col sorriso e la partecipazione pacifica.
Il richiamo al “corpo” che mi è parso essere stato evocato da uno di loro, è quanto di più opportuno in una visione filosofica che ad incominciare dai primordi di questa filosofia nell’antica Grecia è passato al pensiero di Epicuro attraverso una pratica di vita con la comunità dei suoi seguaci.
L’epicureismo con l’additare nel rifiuto della politica sin dall’origine dell’ellenismo nella cultura romana una pratica di vita “anticiceroniana” rimuovendo le illusorie aspettative del “Sogno di Scipione”, significava un rivolta politica e non antipolitica come quella che all’inizio, nel tempo attuale, a aveva alimentato le piazze “grilline”. Si segna così una distanza specifica dal primo grillismo e dal conseguente deterioramento attuale di questo movimento e nello steso tempo si anticipano i tempi della pax.
Pacificazione e non odio sono le coordinate fondamentali del rifiuto protestato della politica attuale compresa quella dell’opposizione preconcetta e perciò mai costruttiva.
Si tratta pertanto di un movimento, quello delle sardine non qualunquista e disfattista, prefigurandosi quello che accadde, molti secoli fa, quando al decino della parabola ellenistica si venne a consolidare contro la figura del civis quella del cittadino del mondo.
Come la pax cristiana- quella che segnerà il difficile percorso delle sardine – anche l’uso politico della cultura in un continuo affermarsi dei valori dell’ ”arte di amare il mondo”.
Ecco perché, allo stato, non possiamo darci una definizione e una collocazione come vorrebbero i politici attuali.

Approfondisci