Chi ha dimenticato il sicomoro

Chi ha dimenticato il sicomoro

Quasi tutti quelli del genere umano: vogliono salire sempre più in alto sulla scala sociale fino ad una   poltrona presidenziale, magari di una multinazionale, contando i gradini in soldoni.

Hanno dimenticato quell’uomo piccolo, ma dal nome indimenticabile : si chiamava Zaccheo e resta la sua figura di piccolo ma grande uomo scolpita-come simbolo della fede cristiana che converte al bene –nell’evangelista Luca

Entrato in Gerico, attraversava la città.
Ed ecco un uomo di nome Zaccheo, capo dei pubblicani e ricco,
cercava di vedere quale fosse Gesù, ma non gli riusciva a causa della folla, poiché era piccolo di statura.
Allora corse avanti e, per poterlo vedere, salì su un sicomoro, poiché doveva passare di là.
Quando giunse sul luogo, Gesù alzò lo sguardo e gli disse: «Zaccheo, scendi subito, perché oggi devo fermarmi a casa tua».
In fretta scese e lo accolse pieno di gioia.
Vedendo ciò, tutti mormoravano: «E’ andato ad alloggiare da un peccatore!».
Ma Zaccheo, alzatosi, disse al Signore: «Ecco, Signore, io do la metà dei miei beni ai poveri; e se ho frodato qualcuno, restituisco quattro volte tanto».
Gesù gli rispose: «Oggi la salvezza è entrata in questa casa, perché anch’egli è figlio di Abramo;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *